EMDR

EMDR è l’acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing, traducibile letteralmente con Desensibilizzazione e Riprocessamento tramite Movimenti Oculari. Questo trattamento psicoterapeutico è stato ideato e perfezionato alla fine degli anni ’80 dalla psicologa americana Francine Shapiro.

EMDR

EMDR è l’acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing, traducibile letteralmente con Desensibilizzazione e Riprocessamento tramite Movimenti Oculari. Questo trattamento psicoterapeutico è stato ideato e perfezionato alla fine degli anni ’80 dalla psicologa americana Francine Shapiro.

EMDR

EMDR è l’acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing, traducibile con Desensibilizzazione e Riprocessamento tramite Movimenti Oculari. Questo trattamento psicoterapeutico è stato ideato e perfezionato alla fine degli anni ’80 dalla psicologa americana Francine Shapiro.

LO SCOPO

Tale metodologia nasce per aiutare le persone che hanno vissuto uno o più eventi traumatici gravi (aggressioni, abusi, violenze fisiche o psichiche, incidenti, grandi catastrofi naturali…) e per trattare il Disturbo Post-Traumatico da Stress. In queste circostanze, la drammaticità dell’episodio vissuto causa un blocco nell’elaborazione dell’esperienza. Il suo ricordo può diventare ossessivo e, in una sorta di cortocircuito, continuare a riaffiorare alla mente, accompagnato da ansia e sintomi spiacevoli.

IL PERCORSO

L’EMDR utilizza i movimenti oculari e attiva gli emisferi cerebrali in modo da sbloccare il ricordo e stimolare la formazione di nuove connessioni neuronali che facilitano la sua elaborazione. Il paziente rimane vigile durante tutte le fasi della stimolazione e, al termine del trattamento, il ricordo non è cancellato, ma le sensazioni negative e disturbanti di quell’evento vengono sostituite da emozioni neutre o positive.

Integrata all’interno di un percorso terapeutico tradizionale, l’EMDR si rivela di grande aiuto anche in situazioni che presentano altri tipi di problematiche: fobie, disturbi di ansia, lutti, disturbi alimentari, malattie oncologiche e stati stressanti che si convertono in disfunzioni fisiche, come quelle sessuali. Nel 2013 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto l’EMDR come trattamento efficace per la cura del trauma e dei disturbi ad esso correlati.

LO SCOPO

Tale metodologia nasce per aiutare le persone che hanno vissuto uno o più eventi traumatici gravi (aggressioni, abusi, violenze fisiche o psichiche, incidenti, grandi catastrofi naturali…) e per trattare il Disturbo Post-Traumatico da Stress. In queste circostanze, la drammaticità dell’episodio vissuto causa un blocco nell’elaborazione dell’esperienza. Il suo ricordo può diventare ossessivo e, in una sorta di cortocircuito, continuare a riaffiorare alla mente, accompagnato da ansia e sintomi spiacevoli.

IL PERCORSO

L’EMDR utilizza i movimenti oculari e attiva gli emisferi cerebrali in modo da sbloccare il ricordo e stimolare la formazione di nuove connessioni neuronali che facilitano la sua elaborazione. Il paziente rimane vigile durante tutte le fasi della stimolazione e, al termine del trattamento, il ricordo non è cancellato, ma le sensazioni negative e disturbanti di quell’evento vengono sostituite da emozioni neutre o positive.

Integrata all’interno di un percorso terapeutico tradizionale, l’EMDR si rivela di grande aiuto anche in situazioni che presentano altri tipi di problematiche: fobie, disturbi di ansia, lutti, disturbi alimentari, malattie oncologiche e stati stressanti che si convertono in disfunzioni fisiche, come quelle sessuali. Nel 2013 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto l’EMDR come trattamento efficace per la cura del trauma e dei disturbi ad esso correlati.

Approcci terapeutici

Oltre all’EMDR mi avvalgo degli approcci terapeutici dell’Analisi Transazionale e della Psicoterapia della Gestalt. Scopri su cosa si basano questi trattamenti terapeutici.

ANALISI TRANSAZIONALE

Consapevolezza dele proprie emozioni e benessere relazionale.

Scopri di più

PSICOTERAPIA DELLA GESTALT

Il recupero dell’autoregolazione nell’ecosistema persona-ambiente.

Scopri di più

CONSULENZA PSICOLOGICA

Torna alla pagina di presentazione dei miei percorsi di sostegno psicologici.

Vai alla pagina