ANALISI TRANSAZIONALE

Il lavoro terapeutico con l’Analisi Transazionale, ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle proprie emozioni e del modo in cui ciascuno di noi considera se stesso e gli altri. Conoscere questi aspetti, modificarli o imparare a gestirli, permette di aumentare in modo significativo il benessere e la capacità di intraprendere relazioni positive.

ANALISI TRANSAZIONALE

Il lavoro terapeutico con l’Analisi Transazionale, ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle proprie emozioni e del modo in cui ciascuno di noi considera se stesso e gli altri. Conoscere questi aspetti, modificarli o imparare a gestirli, permette di aumentare in modo significativo il benessere e la capacità di intraprendere relazioni positive.

ANALISI TRANSAZIONALE

Il lavoro terapeutico con l’Analisi Transazionale, ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle proprie emozioni e del modo in cui ciascuno di noi considera se stesso e gli altri. Conoscere questi aspetti, modificarli o imparare a gestirli, permette di aumentare in modo significativo il benessere e la capacità di intraprendere relazioni positive.

IL PERCORSO

In questo approccio, le emozioni aiutano a risolvere i problemi ed a soddisfare i bisogni, anziché contrastare il raggiungimento dei propri obiettivi. Il terapeuta osserva gli schemi relazionali e le convinzioni distorte: ascolta, riflette, descrive, interpreta, analizza ed aiuta ad impartire una svolta al modo in cui le persone si relazionano e ‘trans-agiscono’. La persona è riconosciuta come dotata di valore intrinseco, capace di pensare, di prendere decisioni per la propria vita e di cambiare quello che non è più funzionale.

I FONDAMENTI

L’Analisi Transazionale (A.T.) è stata ideata negli anni ‘30 da Eric Berne, psichiatra e psicoanalista statunitense. Essa vede la personalità divisa in tre strutture (gli Stati dell’Io) che rappresentano il modo in cui ci esprimiamo, agiamo ed entriamo in relazione con gli altri nelle diverse situazioni. Ciascuno Stato dell’Io è accompagnato da pensieri, sentimenti e porta a mettere in atto determinati comportamenti.

Un altro concetto di base dell’A.T. è quello di posizione esistenziale, cioè del modo in cui ciascuno percepisce sé stesso e gli altri (OKness).

IL PERCORSO

In questo approccio, le emozioni aiutano a risolvere i problemi ed a soddisfare i bisogni, anziché contrastare il raggiungimento dei propri obiettivi. Il terapeuta osserva gli schemi relazionali e le convinzioni distorte: ascolta, riflette, descrive, interpreta, analizza ed aiuta ad impartire una svolta al modo in cui le persone si relazionano e ‘trans-agiscono’. La persona è riconosciuta come dotata di valore intrinseco, capace di pensare, di prendere decisioni per la propria vita e di cambiare quello che non è più funzionale.

I FONDAMENTI

L’Analisi Transazionale (A.T.) è stata ideata negli anni ‘30 da Eric Berne, psichiatra e psicoanalista statunitense. Essa vede la personalità divisa in tre strutture (gli Stati dell’Io) che rappresentano il modo in cui ci esprimiamo, agiamo ed entriamo in relazione con gli altri nelle diverse situazioni. Ciascuno Stato dell’Io è accompagnato da pensieri, sentimenti e porta a mettere in atto determinati comportamenti.

Un altro concetto di base dell’A.T. è quello di posizione esistenziale, cioè del modo in cui ciascuno percepisce sé stesso e gli altri (OKness).

Approcci terapeutici

Oltre all’Analisi Transazionale mi avvalgo degli approcci terapeutici della Psicoterapia della Gestalt e dell’EMDR. Scopri su cosa si basano questi trattamenti terapeutici.

PSICOTERAPIA DELLA GESTALT

Il recupero dell’autoregolazione nell’ecosistema persona-ambiente.

Scopri di più

EMDR

Un percorso per superare eventi traumatici e Disturbi Post-Traumatici da Stress.

Scopri di più

CONSULENZA PSICOLOGICA

Torna alla pagina di presentazione dei miei percorsi di sostegno psicologici.

Vai alla pagina